Google Project Glasses: una nuova frontiera per la realtà aumentata (e per il marketing one to one)?

Luca Davico, 05/04/2012

Solo un mese fa il New York Times diffondeva l’indiscrezione circa il probabile lancio da parte di Google di occhiali in grado di proiettare informazioni, contenuti di intrattenimento e messaggi promozionali direttamente sulle lenti.

Ora l’indiscrezione si è rivelata realtà e Google ha ufficialmente comunicato la messa in test del prototipo di quello che è stato chiamato “Project Glass”. In pratica l’integrazione di Android in una montatura per occhiali e l’ambizioso progetto di condensare tutto il potenziale di uno smartphone in uno dei primi esempi concreti di wearable technology e realtà aumentata “pret a porter”.

Le potenzialità espresse nel video esemplificativo postato dai laboratori di Mountain View sono veramente impressionanti e aprono la strada a scenari che fino a poco tempo fa sarebbero stati considerati degni del miglior film di fantascienza.

Nel filmato viene mostrato come utilizzare gli occhiali per ottenere informazioni (meteo, traffico, mappe ecc) registrare video, scattare foto, leggere messaggi, fare videochiamate, ottenere indicazioni stradali, essere guidati in un posto e farci il check e molto altro ancora il tutto tramite comandi vocali.

Attraverso la fotocamera integrata sulle lenti,  Google sarà in grado di inviare immagini in streaming ai propri computer rack per poi restituire informazioni in realtà aumentata alla persona che li indossa. Per esempio, una persona che guarda un determinato panorama o un luogo, può ricevere informazioni storiche dettagliate e gli eventuali commenti lasciati dagli amici. Se il software di riconoscimento facciale riuscirà a diventare sufficientemente accurato, inoltre, gli occhiali potrebbero ricordare a chi li indossa di come e quando ha conosciuto la persona vagamente familiare in piedi davanti a lui ad una festa. Potrebbero essere utilizzati anche per giochi di realtà virtuale che utilizzino il mondo reale come contesto di gioco.

Diventeremmo potenzialmente sempre raggiungibili in real time da ogni tipo di informazione e quindi questo si potrebbe rivelare il mezzo per sviluppare a livelli sempre più spinti il marketing one to one con tempi di reazione realmente live e just in time.

 

Link:

http://www.nytimes.com/2012/02/23/technology/google-glasses-will-be-powered-by-android.html?_r=4

http://gadget.wired.it/news/accessori/2012/04/05/project-glass-il-prototipo-degli-occhiali-di-google.html

Luca Davico

Consultant

LinkedIn 
torna su