Il potere dei servizi di localizzazione e delle mappe interattive: il New York Times pubblica i risultati delle ricerche del Dipartimento della Salute sui ristoranti della Grande Mela

Cecilia Marchi, 08/03/2012

Già da tempo il sito del New York Times sfrutta le funzionalità delle mappe interattive per censire e localizzare i ristoranti della Grande Mela. Come molti altri siti web, infatti, fornisce nomi e indirizzi di circa 2.230 ristoranti e locali, permettendo agli utenti di cercare, filtrare e recensire le diverse location. A fine Febbraio, però, il sito del celebre quotidiano americano ha pubblicato una mappa interattiva del tutto diversa, che mostra i risultati delle ispezioni sanitarie effettuate periodicamente dal New York City Department of Healt nei ristoranti della capitale.

La mappa permette di visualizzare, in maniera interattiva ed immediata, i voti relativi all’igiene complessiva dei locali e le violazioni registrate periodicamente dagli ispettori, dall’evidenza di roditori e insetti nei locali all’inadeguata temperatura del cibo. Attraverso questo strumento gli utenti del web e i frequentatori dei ristoranti hanno la possibilità di navigare per la città, cercare ristoranti e location e filtrare i risultati sulla base del tipo di cucina offerta, dei punteggi ottenuti e delle violazioni specifiche.

L’iniziativa è interessante. Pericolosa per i ristoratori, che accusano regole igieniche troppo rigide, ma pur sempre interessante. L’utilizzo di una mappa interattiva ed interrogabile secondo diverse preferenze dell’utente ha, infatti, tutto un’altro sapore questa volta. Non perché sempre si parli di ristoranti o delle loro condizioni igieniche, ma perché questo strumento dimostra la sua piena capacità di trasmettere diverse informazioni in maniera immediata, efficace e semplice.

http://www.nytimes.com/interactive/dining/new-york-health-department-restaurant-ratings-map.html

Cecilia Marchi

Consultant

LinkedIn 
torna su

torna su