Location Based Marketing in crescita

Marco Santambrogio, 10/11/2010

O2 lancia il servizio Location Based Text Advertising con il supporto di Placecast.

A fine Ottobre British Wireless O2, operatore telefonico britannico, ha lanciato un programma Location Based su larga scala che permette ai brand (distributori, ma anche produttori) di comunicare con i propri consumatori inviando loro SMS e MMS nel momento esatto in cui si trovano vicino a un punto vendita. Starbucks e L'Oreal sono i primi a utilizzare l’innovativo programma di proximity marketing. I prossimi saranno Adidas, Land Rover, Autotrader, Barclayscard.

Con questa iniziativa, O2 permette agli operatori di raggiungere oltre 1 milione di consumatori attraverso i loro telefoni cellulari quando sono fuori casa. Il servizio è fornito da ShopAlerts, soluzione della start-up californiana 1020 Placecast.

Shaun Gregory, direttore generale di O2 Media, ha dichiarato: "La crescita dei servizi location based creerà un periodo d'oro per il proximity marketing, accrescendo le aspettative verso la pubblicità personalizzata su mobile. Il potenziale di mercato è notevole: il servizio, che segna un altro punto di vantaggio sulla comunicazione di massa, ha già riscosso enorme successo negli Stati Uniti."

Dal Dicembre 2009 i clienti possono registrarsi sul sito di O2 e autoprofilarsi fornendo informazioni su età, sesso e interessi (es. calcio, viaggi e cinema), nonché sul tipo di prodotti/servizi per i quali desiderano essere contattati.

Accade così che quando un cliente che ha aderito al programma viene localizzato in una zona geografica delimitata e assegnata a Starbucks, se e solo se interessato a cibi e bevande riceve un SMS che offre uno sconto per l'acquisto di una confezione di Starbucks VIA Ready Brew nella caffetteria più vicina.

Con L'Oréal, i clienti interessati all’offerta di bellezza ricevono un SMS che offre loro in omaggio un prodotto della linea hair Elvive, ritirabile presso un punto vendita Superdrug.

Il sistema prevede ogni tutela per il consumatore: esiste un tetto massimo di SMS o MMS che un cliente può ricevere quotidianamente, inoltre i consumatori possono scegliere di essere esclusi dal servizio in qualsiasi momento, servizio che tra l'altro non è disponibile per i clienti al di sotto dei 16 anni.

Marco Santambrogio

Founder and Managing Director

LinkedIn 
torna su