Pagare con la carta fedeltà: meno costi per l'azienda, più vantaggi per i clienti

Andrea Bernini, 07/03/2012

Unicoop Firenze ha da poco lanciato un interessante servizio aggiuntivo con la propria carta fedeltà: consente ai soci di attivare la funzione di pagamento con addebito sul conto corrente bancario per l'acquisto di beni e servizi nei punti vendita del Gruppo Unicoop Firenze abilitati.

Oltre ad essere un vantaggio per il cliente, questo servizio prospetta una sensibile riduzione di costi per l’azienda. Si calcola infatti che, complessivamente, la gestione del contante abbia un costo che oscilla tra lo 0,10% e lo 0,60% del fatturato complessivo. Nel primo caso sono compresi i costi industriali (anche figurativi, come la contazione), nel secondo pure quelli che derivano dai tempi di pagamento alla cassa. Ma anche il pagamento elettronico, se effettuato con bancomat e carte di credito travel può avere costi sensibili: il bancomat oscilla tra lo 0,25% e lo 0,50% mentre la carta di credito può arrivare fino all’ 1,5%.

Le cosiddette carte “privative” invece, una volta a regime, consentono una drastica riduzione di tutti questi costi, e permettono di reinvestire i soldi risparmiati in servizi per i clienti “migliori”.

Andrea Bernini

Consultant

LinkedIn 
torna su