Strategie di ingresso in mercati esteri

Marco Di Dio Roccazzella, 02/11/2009

L'approccio ai mercati esteri può avvenire principalmente in 3 modi:

  • Ingresso ingenuo: l'impresa insegue i concorrenti nelle loro scelte oppure applica il proprio consueto approccio ai nuovi mercati
  • Ingresso prudente: l'impresa valuta i rischi connessi all'ingresso nel nuovo mercato, ma tralascia gli altri fattori
  • Ingresso strategico: l'impresa definisce una strategia di ingresso nel mercato estero sulla base di numerosi fattori

Ecco i fattori da valutare per approcciare i nuovi mercati con una "modalità strategica" :

  • Ambiente socio-culturale: valori dominanti, stili di vita, frammentazione linguistica, modelli di riferimento
  • Ambiente politico: imposizione fiscale, normative sugli investimenti, tassi di cambio, instabilità politica
  • Caratteristiche socio-demografiche: popolazione per fasce d’età, livello di istruzione, reddito pro capite, distribuzione dei consumi privati per merceologia
  • Esistenza di barriere che potrebbero ostacolare i processi di scambio (legali, infrastrutturali, politiche)
  • Regime economico, mercato del lavoro, regole della concorrenza, forme giuridiche delle imprese e in generale tutti i fattori che possono condizionare la presenza diretta sul mercato

Il terzo approccio - strategico - è indubbiamente più oneroso e piuttosto complesso, ma è il solo che massimizzi davvero i profitti.

Cosa ne pensate?

Marco Di Dio Roccazzella

Director

LinkedIn 

Categorie

Piano di sviluppo

Tags

Mercato
torna su