TESCO varia gli assortimenti in base al censo dei quartieri

VALUE LAB, 03/02/2012

Promozioni ad hoc su prodotti ad hoc in base alla ricchezza dell'area in cui è collocato il pdv

Tesco, primo player della GDO britannica con più di duemila punti vendita, sta valutando varie soluzioni per rimediare ai risultati 2011 poco soddisfacenti. Non si tratta di una nuova strategia di praicing tout court ma modellare l’offerta dei punti vendita in base al censo dei quartieri in cui essi si collocano. La specializzazione dell’assortimento aiuterebbe l’insegna a competere, da un lato con i concorrenti di più basso livello di prezzo presenti nelle zone meno abbienti (Aldi, Lidl, Iceland), dall’altro con quelli di fascia più alta presenti nei quartieri benestanti (Waitrose e Sainsbury). Sebbene Tesco conosca già le abitudini d’acquisto dei suoi clienti grazie alle ricerche demografiche e alle informazioni provenienti dalla propria fidelity card (Clubcard), la nuova strategia di prezzo mirerebbe a superare queste tecniche, impostando le promozioni e gli sconti sulla base dei redditi delle famiglie che vivono vicino ai negozi (escludendo i prodotti di consumo quotidiano).

 

Fonte

http://www.gdoweek.it/articoli/0,1254,44_ART_4735,00.html

 

VALUE LAB

LinkedIn 
torna su