Cresce l’interesse delle imprese nei confronti della GEO Intelligence: grande partecipazione al convegno AUSED

Oltre 70 manager e professionisti hanno partecipato al convegno organizzato da AUSED (Associazione Utilizzatori Sistemi e Tecnologie Dell’Informazione) con la collaborazione di SDA BOCCONI, ORACLE e VALUE LAB. Il successo della manifestazione è la cartina di tornasole dell’interesse delle organizzazioni (imprese private e Pubblica Amministrazione) nei confronti delle soluzioni di Business Intelligence applicate al settore della georeferenziazione, soluzioni caratterizzate da una grande efficacia e da un sicuro e rapido ritorno dell’investimento.

Nel corso della prima parte dell’evento, Paolo Pasini dell’Osservatorio BI di SDA BOCCONI e Marco Santambrogio, managing director di VALUE LAB, hanno delineato i confini della GEO Intelligence, l’insieme di soluzioni frutto dell’integrazione di Business Intelligence e dati territoriali, evidenziando come queste tecnologie possano contribuire in modo determinante, se utilizzate con il giusto know how, al successo del business.

La seconda parte, ha visto proprio l’illustrazione di tre casi di successo, FIAT, AMPLIFON e AGREA, in cui l’analisi dei dati territoriali ha aperto nuove prospettive di crescita o evidenziato aree di razionalizzazione delle risorse, sia in ambito privato che pubblico.

Nei primi due casi aziendali, in particolare, l’intervento di VALUE LAB ha permesso di sfruttare al massimo le potenzialità della Geo Intelligence: FIAT ha implementato un’efficiente strategia di sviluppo rete per tutte le attività di post-vendita (officine e carrozzerie autorizzate), strategia che, dopo il successo ottenuto in ambito nazionale, sta per essere replicata in tutta Europa. AMPLIFON ha invece adottato la Geo Intelligence a tutto tondo, rendendo più efficiente sia la promozione sul territorio sia le attività di vendita e post-vendita.

Più in generale, il convegno ha fatto luce su come le aziende dispongano di un enorme patrimonio di dati (interni/esterni, privati/pubblici) georeferenziati che, pur essendo necessari, non sono sufficienti per risolvere un problema o cogliere un’opportunità di business. Per far ciò bisogna adottare le opportune tecnologie e possedere il giusto know-how per usarle in modo proficuo e per poter rispondere a domande chiave quali:

  • E’ possibile stimare e analizzare il potenziale di mercato declinandolo sul territorio?
  • Come si può ottimizzare l’organizzazione di una rete di vendita tenendo in conto di questi elementi?
  • Siamo sicuri che la distribuzione sul territorio dei nostri punti vendita sia quella ottimale?
  • Quali sono le metodologie e le tecnologie che è bene usare per affrontare con successo questi temi?

I giornalisti interessati ad approfondire l’argomento o a ricevere materiale relativo ai casi concreti illustrati al convegno possono contattare:

Cecilia Pirocco
Comunicazione – Ufficio Eventi & Media Relations
cecilia.pirocco@valuelab.it
+39.02.77.88.931
+39.338.64.17.980

 

Relazione_Evento_Aused
download pdf, 1.63 Mb
torna su