Metti l’impresa alla prova di geografia - Location Intelligence

La dimensione geografica può arricchire il patrimonio dei dati aziendali e incrementare la competitività delle organizzazioni che sappiamo adottarla in modo strategico ed esteso. Molte ci pensano, poche lo fanno

L’analisi dei Big Data ha permesso di ottenere insight prima impossibili da ricavare dalle normali fonti di dati.  Se a ciò si aggiunge che circa l’80% delle informazioni presenti nei sistemi informativi delle organizzazioni sono georeferenziabili e si tiene conto dell’attuale fenomeno dell’Internet of Things, ci sono tutti gli elementi per capire come mai responsabili IT e marketing manager hanno spostato il loro focus sulle soluzioni di Location Analytics.

A questo proposito, intervenendo in un recente convegno organizzato da VALUE LAB proprio sulla Location Intelligence, Marco Santambrogio, general manager e fondatore di VALUE LAB, ha ricordato che “la dimensione geografica dovrebbe entrare a tutti gli effetti e in modo stabile nei sistemi informativi perché, come si è visto, i benefici in termini di efficacia sull’attività analitica e decisionale sono dirompenti”.

Santambrogio sostiene che, mentre le condizioni tecnologiche, i sistemi cartografici e gli analytics risultano già essere presenti e operativi, si registra una mancanza di integrazione tra queste componenti e che solo alcune aziende leader si stiano adoperando per recuperare il tempo perduto.

L’aspirazione ultima è quella di arrivare a un livello superiore di implementazione della Location Intelligence, aggiungendo i dati esterni ai dati interni dell’organizzazione e padroneggiando sia i singoli strumenti che l’integrazione tra di loro, senza mai perdere di vista l’obbiettivo finale: intercettare il cliente dell’azienda nei suoi movimenti, con i punti di contatto presenti sul territorio e sul Web.

Articolo pubblicato su “Technopolis”, Dicembre 2014, v.11 pp. 18-19 .

Per maggiori informazioni scrivete a:

Maia Cavazzana

Marketing & Communication
maia.cavazzana@valuelab.it

In: Customer Experience , Location Based Marketing , News

Pubblicato il 02/12/2014